Ostensorio - Cuneo

L'Ostensorio, termine che deriva dal latino medievale ostendere (mostrare), è un oggetto liturgico usato per l'esposizione dell'Ostia consacrata durante l'adorazione e la benedizione eucaristiche. Gli ostensori hanno origine con l'istituzione della festa del Corpus Domini, approvata con la bolla papale da Urbano IV.

La progettazione di questo Ostensorio avviene a seguito della partecipazione al concorso indetto dalla Diocesi di Cuneo nel gennaio 2012 e la sua ideazione sta nella volontà di creare un contenitore che assolva alla funzione di valorizzare il Pane Consacrato senza prevalere ma, al contempo nel suo breve impiego, aiuti a concentrare l'attenzione di tutti verso il suo contenuto. La forma generatrice è partita dal basso, attraverso l'incrocio di due elementi che si restringono e si lambiscono fino a scomparire, prima del loro sviluppo e coronamento nella forma superiore, che contiene al suo centro il cilindro di bronzo della teca. Nella lamina che costituisce il disco interno sono intagliate al laser decine di croci concentriche che vanno sempre via via a ridursi verso il "cuore" dell'ostensorio, in un gioco di chiaroscuro che vede il mescolarsi della luce superficiale prodotta dalle candele, a quella naturale generata dal sole attraverso le vetrate. L'Ostensorio in progetto è alto 60cm, il peso stimato intorno a 3,20Kg e il diametro interno della teca di 9cm. La struttura del fusto, degli elementi a sostegno della teca e dell'anello contenitore esterno, sono in acciaio cor-ten (metallo ossidato naturalmente, di una gradevole colorazione bruna, variabile con gli anni, e con una superificie moderatamente ruvida). 

                                                          

01.jpg02.jpg03.jpg04.jpg05.jpg

 
/

Designed by  Officina54

template joomla by JoomSpirit